Spa: Time Warner spiazza Mediaset per Endemol (Grande Fratello)

248px-Endemol.svg

Il colosso Time Warner  piomba su Endemol, la società che produce fra l’altro il Grande Fratello, spiazzando Mediaset con un’offerta da capogiro: un miliardo di euro in contanti. Endemol è alle prese con una dura ristrutturazione finaziaria e ha bisogno urgente di liquidi. La super offerta giunge il giorno prima della scadenza del termine a società e azionisti, voluto dalle banche, per trovare un accordo sul riassetto del debito, legato alle acquisizioni del 2007, da 2,3 miliardi di euro.
Il gruppo statunitense avrebbe presentato la stessa offerta a novembre ma questa volta avrebbe proposto solo contanti, una mossa che potrebbe spiazzare sia azionisti (Cyrte Fund, Mediaset, Goldman Sachs) che creditori (Apollo, Rbs, Barlcays, Providence, Centerbrigde) che erano ormai orientati verso la conversione del debito da 2,3 miliardi di euro in azioni per dar vita a un riassetto che vedrebbe Endemol con un nuovo azionariato da cui resterebbero esclusi i soci attuali. Endemol ha confermato l’offerta ricevuta da Time Warner spiegando che le trattative per il riassetto “stanno entrando in fase conclusiva. E’ imminente una soluzione che garantisca alla società una solida posizione finanziaria”.
Per risolvere il nodo, però, sarà decisivo l’atteggiamento del Biscione che di Endemol è da un lato creditore e azionista, ma dall’altro anche cliente. Mediaset aveva messo sul piatto, in cordata con il fondo di Claudio Sposito, Clessidra, 200 milioni di euro in contanti per rilevare il debito senior e il 51 per cento della società, mentre ai creditori sarebbe rimasto il 49 per cento. Un’offerta questa respinta perché le banche valutano la società 1,2 miliardi, 8,5 volte l’ebitda (140 milioni). Una cifra che obbligherebbe Mediaset e Clessidra a raddoppiare l’offerta in contanti.