Spa: Twitter riceve una valanga di dollari da un miliardario saudita

300px-Twitter_logo.svg

Una pioggia di denaro per Twitter. Infatti Al-Waleed ben Talal, miliardario saudita, ha affermato di avere investito 300 milioni di dollari sul celebre social network che vanta milioni di fans. E il motivo sembra anche essere il fatto che il sito di micro-blogging avrebbe giocato che secondo alcuni osservatori un ruolo non marginale nelle rivolte che hanno portato in Tunisia ed Egitto alla caduta dei regimi del mondo arabo.
Il chief executive officer di Twitter, Dick Costolo, stima in otto miliardi di dollari il valore della società, e il 4 per cento del totale sareebbe la quota passata al principe saudita e alla sua holding Kingdom ammonta. Nonostante la cifra si tratta di un investimento relativamente piccolo per il nipote del monarca assoluto saudita Re Abdulla la cui fortuna personale è di poco inferiore ai 20 miliardi di dollari.
Un investimento che è stato  premiato dalla borsa con una crescita dell titolo della holding saudita del 5,7 per cento al Saudi stock exchange. La partecipazione di Al-Waleed nel celebre social network arriva dopo un’operazione analoga che ha visto il miliardario vicino alla famiglia reale saudita conquistare il 7 per cento del il colosso dei media controllato da Rupert Murdoch,News Corporation.  Twitter intanto non sembra avere fretta di lanciare la sua Ipo dopo che la scorsa estate ha portato in cassa circa 400 milioni di dollari di venture capital.  Al contrario dunque dell’altro grande social network mondiale, Facebook che sta per lanciare la più grande Ipo mai vista a Wall Street dai tempi di quella fatta dall’altro gigante internet Google.