Spa: un 2011 coi fiocchi per il gruppo Tod’s anche se in Italia…

Tods_logo

Risultati positivi per il gruppo Tod’s che cresce a doppia cifra in tutto il globo tranne che qui da noi in Italia. L’azienda guidata da Diego Della Valle ha chiuso il 2011 con ricavi che sono in aumento del 13,5 per cento posizionandosi a 893,7 milioni di euro, e del 12 per cento a parità di perimetro dei negozi a gestione diretta (un bel +17 per cento i ricavi di tutti i negozi a gestione diretta).
Numeri che stanno a indicare che anche i margini della società cresceranno notevolmente, perché di contro le vendite ai terzisti (il canale wholesale è aumentato “solo” del 9,5 per cento) che rendono meno in termini di utili, non sono andate bene quanto la Tod’s  nel suo complesso.
Visti i risultati registrati in giro per il mondo sia negli Stati Uniti (+17 per cento) che in Asia (+38 per cento), la  relativa frenata del Belpaese (+5,5 per cento) ha impedito alla Tod’s di volare come hanno fatto altri gruppi del lusso tra cui Ferragamo, Burberry, Prada e Gucci.
Di fatti la creatura dei Della Valle nonostante anni di espansione all’estero, resta “made in Italy” anche in termini di fatturato. Il 50,2 per cento del suo giro d’affari, vale a dire 449,3 milioni di euro, è realizzato a livello nazionale e se l nostro Pase va in recessione, nonostante sia un gruppo di alto di gamma, potrebbe risentirne.
Ricordiamo che Tod’s Spa è stata fondata agli inizi del Novecento da Filippo Della Valle, nonno degli odierni proprietari Diego e Andrea. Il gruppo conta sette stabilimenti per le calzature e due per la pelletteria.
Il Gruppo Tod’s opera nel mercato delle calzature con i marchi Tod’s, Hogan e Roger Vivier e nell’abbigliamento con il marchio Fay.