Spa: un brutto 2011 per la Erg ma le previsioni sono positive

Logo_Erg

Il gruppo Erg (quello specializzato in carburanti e idrocarburi) ha chiuso lo scorso anno con un risultato netto a valori correnti negativo per 49 milioni di euro, rispetto al risultato sempre negativo per 20 milioni di euro dell’anno prima.
Lo segnala la stessa società secondo cui: “il peggioramento del risultato è legato principalmente al minor margine conseguito e ai maggiori ammortamenti”. Si legge in una nota che nel solo 4° trimestre dello scorso anno, il risultato netto di gruppo a valori correnti è stato negativo per 17 milioni di euro dai -7 milioni di euro del 4° trimestre dell’anno prima.
Il comitato di amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,40 euro per azione.
Alessandro Garrone, l’amministratore delegato del gruppo Erg, commenta così l’andamento del gruppo nel corso di quest’anno: «Per il 2012 prevediamo risultati di gruppo in deciso miglioramento: il settore termoelettrico è previsto in crescita, in particolare grazie all’incremento dei volumi di Isab Energy, in un contesto di scenari favorevoli. «Quest’anno – ha aggiunto Garrone – la struttura finanziaria del gruppo si rafforzerà ulteriormente grazie al corrispettivo della vendita del 20 per cento di Isab che ci attendiamo verrà finalizzata entro la fine del 2° trimestre».
Vale la pena ricordare che la famiglia Garrone è proprietaria della squadra di calcio della Sampdoria. Il team non sta certo vivendo un grandissimo periodo, infatti dopo la caduta in serie B della scorsa stagione (e le polemiche per l’addio di Cassano e di Pazzini) sta ora stentando nella ricerca della risalita nelle serie maggiore, ma non sarà impresa facile dopo una prima parte di campionato davvero deludente.