Spettacolo: Lucio Dalla, gli omaggi del web

Lucio_Dalla_1

La morte di Lucia Dalla è stato un grande dolore per tutti: dalla mia generazione anni ’80 a quella di mia madre anni ’60. Lucio Dalla è stato un cantautore che ha accompagnato tantissime giornate di veramente un’infinità di persone, regalandoci attraverso le sue poesia grandi momenti di felicità.

Avrebbe compiuto 69 anni soltanto qualche giorno fa ma purtroppo ci ha lasciato qualche giorno prima. D’altronde si sa, la storia della musica leggera è piena di incredibili congiunzioni astrali. Lui si trovava a Montreaux, città svizzera in cui era arrivato per quello che sarebbe stato il suo ultimo tour. E invece un attacco cardiaco lo ha portato via ancor prima di concluderlo.

Non è facile immaginare quello che è successo non appena la notizia è iniziata a circolare. Sono veramente tantissime le persone che adoravano Lucio Dalla e non come a volte assistiamo ai funerali dei politici o di gente famosa che soltanto quando muore diventa l’eroe di tutti. Lucio Dalla lo è stato da vivo: l’idolo di tantissime generazioni e l’esempio di moltissimi musicisti e cantautori. Figuriamo quello che diventerà adesso.

Ovviamente sono arrivati tantissimi omaggi da parte di politici, opinion leader, uomini e donne di spettacolo, che da ore stanno tributando soltanto per lui: il grande e unico Lucio Dalla. Dal web ne arrivano a milioni. C’è di tutto: dall’ultima vincitrice di Sanremo Emma Marrone al campione di motoGp Valentino Rossi che lo ricorda come un amico; dall’erede e concittadino Samuele Bersani al suo pseudonimo Pierluigi Bersani che dice: “era un poeta”; da Renzo Arbore che addirittura afferma: “Si studierà a scuola” a Pippo Baudo che ricorda come Dalla rivoluzionò il Festival della canzone italiana; da Susanna Camusso a Gianfranco Fini e addirittura anche dal nostro già presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

Per non parlare degli innumerevoli tributi di fan ed estimatori. Un uomo che si è fatto amare, una popolarità maturata in quasi cinquant’anni di carriera quasi sempre ai massimi livelli. Non è morto in Piazza Grande ma noi lo ricorderemo sempre per quelle suo modo sarcastico di scrivere e vivere la vita. Ciao Lucio: anche se non più dal vivo continuerai ad accompagnare le nostre giornate.