Strumenti finanziari ETF: cosa sono e come funzionano

ETF significa Exchange Traded Fund: si tratta di strumenti finanziari strutturati, quindi negoziabili in tempo reale sulle borse internazionali, Borsa Italiana compresa, come se fossero dei titoli azionari. La particolarità di un ETF è che esso offre i vantaggi di un fondo comune di investimento tradizionali pur essendo quotato.

Infatti, esso replica esattamente composizione dell’indice di riferimento (benchmark), grazie alla gestione passiva dello stesso fondo. Con un ETF si può quindi diversificare la propria posizione investendo in posizione multiple e risparmiando su i costi di negoziazione: gli oneri sono standardizzati e molto competitivi. Molti ETF prevedono poi la corresponsione di dividendi, proprio come nel caso dei fondi comuni di investimento che adottano profili obbligazionari.

Gli scambi di ETF sono fortemente in aumento: tale strumento è stato visto, dalla crisi finanziaria del 2007 in poi, come una tipologia più fedele e trasparente di altre. Al 31 ottobre di quest’anno la Borsa Italiana registrava un turnover gornaliero per questi strumenti pari a 271 milioni di euro per 571 titoli.

Date le dimensioni del mercato, tutti i broker online offrono la possibilità di acquistare ETF, ma anche un buon numero di fondi tradizionali detiene ETF nel proprio portafogli. Per ulteriori informazioni sulla tipologia di prodotto, la Borsa Italiana dedica un’ampia sezione agli Exchange Traded Funds sul proprio sito web, borsaitaliana.it.