Taranto, Bari, Genova, Firenze: domani 29 novembre 2012 scuole chiuse in tutta Italia?

Molo_Sant'Eligio

E’ di circa 40 feriti e 1 disperso il bollettino civile provocato dalla tromba d’aria che questa mattina ha colpito la città di Taranto in Puglia. L’allerta maltempo era stata consegnata praticamente a tutte le Regioni d’Italia dopo che nella giornata di ieri le città della Toscana erano state letteralmente “inondate”, creando gravi danni alla circolazione e alle infrastrutture. Si tratta, questa, della perturbazione “Medusa”, che arriva dal nord, e porta forti intemperie e un vertiginoso abbassamento della temperatura. La tromba d’aria di Taranto ha avuto venti da 250 km/h, per gli esperti si è trattato di qualcosa di strepitoso: leggi qui per sapere cosa ne pensano.

Restiamo a Taranto. La tromba d’aria è di quelle che si vedono nei film americani, ha attaccato la città nella zona industriale, creando ingenti danni al polo siderurgico, e in particolar modo alla fabbrica dell’Ilva. Un operaio, dell’Ilva, è disperso.

Diverse abitazioni hanno avuto danni alle tubature dei gas e decine di cittadini hanno dovuto evacuare le proprie abitazioni. La situazione oggi sembra essere sotto controllo ma la massima allerta è ancora in piedi. Continuano i controlli agli uffici pubblici, alle scuole, e agli ospedali. Diverse strutture sono già state dichiarate inagibili. Il capo della protezione civile Fabiano Amati ha affermato poche ore fa: “Le condizioni meteoclimatiche sono al momento nettamente migliorate  ma lo scenario delineato si presenta importante sotto il profilo dei danni, rispetto ai quali però non abbiamo ancora stime dettagliate poichè il nostro protocollo ci impone di eliminare prioritariamente ogni margine di rischio legato alla incolumità dei cittadini e alla sicurezza degli impianti industriali“.

Sul web intanto si invita a “tenere le scuole chiuse domani 29 novembre 2012″ in tutta Italia. Questa è la diretta Twitter della situazione meteo e scuole chiuse. Ad esclusioni di alcuni sindaci di comuni nelle province di Taranto e Genova, i sindaci delle altre città non hanno emesso l’ordinanza per le scuole chiuse (a Firenze ad esempio è stato Renzi stesso a comunicare che “le scuole resteranno aperte, mi spiace ragazzi!”). Prestate massima attenzione domani controllando la viabilità e le news della protezione civile nella vostra città qualora decidiate di uscire di casa per andare a scuola o a lavoro.