Telecom: risultati oltre le più rosee aspettative

sede telecom

Il gruppo Telecom archivia il terzo trimestre del 2011 con risultato che va oltre le più rosee aspettatvie: ha infatti un utile netto di 807 milioni di euro, si tratta di aumento del 32,7%. Decisamente, come detto, meglio di quello che si attendeva. Si registra inoltre una crescita notevole anche per i ricavi consolidati, di 7.516 milioni di euro nel trimestre, ovvero una crescita di 840 milioni di euro (in termini percentuali mette a segno un +12,6%) rispetto al terzo trimestre 2010.
I ricavi dei nove mesi 2011 sono stati di 22.059 milioni di euro, vale a dire crescita 10,9% rispetto allo stesso periodo della passata stagione, che corrisponde a una crescita dei ricavi consolidati dell´1,9%.
L´ebitda nel trimestre è stato di 3.198 milioni, ovvero un + 456 milioni di euro (percentualmente siamo a +16,6%). In termini organici l´incremento dello 0,8%.
In calo risulta l´indebitamento finanziario netto rettificato che è sceso a 29.948 milioni di euro rispetto ai 31.119 milioni  al 30 giugno di quest’anno. L´indebitamento finanziario netto contabile è di 30.250 milioni di euro, vale a dire che è diminuito di 1.837 milioni in confronto al 31 dicembre 2010 e di 1.255 milioni rispetto al 30 giugno di quest’anno.
Per tutto il 2011 viene confermata la stima di ricavi ed ebitda organici sostanzialmente stabili rispetto al 2010.
Il CdA di Telecom ha poi approvato il progetto di costituire una società con il Gruppo F2i, questo ne avrebbe una partecipazione di maggioranza, per la realizzare cablaggi in fibra ottica all´interno degli edifici di Milano.
Primo trimestre in perdita degli ultimi 9 anni per Telefonica. La compagnia telefonica leader in Europa a livello di capitalizzazione ha chiuso il 3° trimestre con una perdita netta di 429 mln quasi il doppio di quelle attese.