Terremoto Giappone: cresce l’allarme nucleare

centrale-nucleare-giappone

In Giappone già devastato dal sisma e dallo tsunami, cresce di ora in ora la paura nucleare.

Due nuove esplosioni sono avvenute nella centrale di Fukushima 1. Le deflagrazioni si sono verificate al reattore 3 e al reattore 2, dove si è riscontrato un problema al sistema di raffreddamento.

Le forti esplosioni sono state provocate dall’esubero di idrogeno. I feriti sono undici, tra cui almeno uno dei militari impegnati nell’impianto, risultato anche contaminato.

L’Agenzia internazionale dell’energia atomica (Aiea), ha annunciato, subito dopo le esplosioni, che le strutture di contenimento del reattore non sarebbero state danneggiate.

Nelle altre due centrali in cui la situazione era più critica, a Onagawa e Tokai, sono stati rimessi in funzione gli impianti di raffreddamento. L’ Aiea ha inoltre tranquillizzato l’opinione pubblica rassicurando tutti sull’impossibilità di una nuova Cernobyl.