Titoli di Stato Banca Centrale Europea: un punto della situazione

banca centrale europea

Per sostenere ed aiutare la ripresa dell’economia italiana e spagnola la Banca Centrale Europea sta acquistando i titoli di stato dei due paesi. Le misure varate dai due governi per far fronte alla crisi sono state accettate di buon grado anche da Francia e Germania, che ne hanno richiesto un’attuazione rapida per ristabilire la fiducia dei mercati.

Già qualche mese fa, ad Agosto, il consiglio direttivo della Banca Centrale Europea aveva deciso di procedere ad aumentare il suo “programma di sicurezza per i mercati”; il Securities Markets Programme è stato ideato nel maggio del 2010 in risposta alla crisi greca per cercare di stabilizzare la moneta unica europea.

Il Presidente uscente Jean Claude Trichet nella sua ultima conferenza come capo della Bce, tenutasi pochi giorni fa a Berlino, ha passato il testimone al nuovo governatore Mario Draghi e ha sottolineato l’importanza di attuare valide riforme in grado di superare la crisi che l’Europa sta attraversando.

“E’ necessario lavorare sulla ricapitalizzazione delle banche”- ha dichiarato poi Trichet dopo aver annunciato un nuovo piano di acquisti di bond da 40 miliardi di euro. In seguito all’annuncio del governatore uscente sull’importanza di garantire una maggiore liquidità agli istituti di credito fornendo prestiti illimitati per almeno dodici mesi, il mercato finanziario sembra essersi rinvigorito: Wall Street ha aperto positivamente, così come la borsa italiana. Naturalmente c’è ancora da aspettare qualche tempo per poter parlare di ripresa, servono azioni coordinate e riforme serie da rispettare.