Titoli Wall Street: Google, azioni in borsa a +6%

google in borsa azioni

I titoli tecnologici in borsa tengono duro: ne è un esempio Google, che nella giornata di ieri ha fatto registrare risultati al +6% sulle proprie azioni a Wall Street. Negli ultimi sei mesi Google ha messo in atto delle rivoluzioni che ne hanno cambiato il funzionamento e la logica commerciale, e adesso i risultati di una politica di investimenti e di strategie vincenti cominciano a toccarsi per mano.

Google ha infatti presentato quest’anno Google Plus, un grande social network integrato al motore di ricerca; il motore di ricerca ha cambiato i propri algoritmi, con la conseguenza di far aumentare gli introiti pubblicitari provenienti dalle vendite di Adsense; Google ha infine acquisito Motorola e sviluppato importanti aggiornamenti per i sistemi operativi per cellulari.

A questo aggiungiamo una crescita costante del traffico Internet nel mondo e il boom del settore Mobile, settore nel quale Google, come già detto, è tra i leader dei mercati software. Non dimentichiamo inoltre che quest’anno c’è stato il ritorno di Larry Page al timone di Google, uno dei fondatori dell’azienda e tra i primi sviluppatori delle novità introdotte nel 2011. Google di fatto quest’anno è diventato un marchio affidabile, competitivo e in grande espansione, qualità molto più in rilievo di quanto non lo fossero nel 2009 e nel 2010. Wall Street ringrazia Google, così come gli investitori, che si saranno ben accorti di come l’intero mercato azionario sia in calo negli Stati Uniti d’America. Ad eccezione di quella grande azienda online che sembra essere fuori dai tempi e dagli spazi della crisi economica globale.