Twitter in Borsa: 6 miliardi di euro in cerca di Offerta Pubblica Iniziale

twitter wiki

IPO (Initial Public Offering) è una Offerta Pubblica Iniziale alla quale una società che intende quotarsi in borsa chiede di aprirsi ad un pubblico di investitori. Si tratta del primo passo da compiersi per poter essere quotati in Borsa. L’IPO è una operazione complessa e difficile, in quanto l’impresa non solo dovrebbe valutare bene la quota del proprio capitale, ma anche sottoscrivere azioni di nuova emissioni ed azioni da alienare.

Per una impresa, entrare in borsa significa ridefinire la propria struttura finanziaria, i benefici sono perlopiù di carattere finanziario e operativo, visto che con la quotazione in borsa è molto più facile che entrino nuovi soci privati e investitori istituzionali. Fatta questa introduzione, vi segnaliamo la notizia, che arriva direttamente dagli Stati Uniti, per la quale l’azienda Twitter sarebbe intenzionata ad entrare in borsa dopo aver valutando attentamente una Offerta Pubblica Iniziale.

Il famoso social network è nato nel 2006 a San Francisco da una società chiamata Obvious Corporation. In America è  molto popolare, e dal 2010 ha effettuato un restyling del sito che gli ha permesso di affrontare i social network di ultima generazione. Al momento è valutato 6 miliardi di dollari, dispone di circa 100 milioni di utenti e, grazie alla diffusione dei sistemi operativi mobili, prevede un interessante piano di crescita. Per fare un esempio, il social network LinkedIn, al momento del suo debutto a Wall Street, aveva circa lo stesso numero di utenti che ha oggi Twitter, ed era valutato poco meno di 8 miliardi di dollari. Insomma, operazione non impossibile per Twitter, che punta ad entrare nella grande famiglia delle nuove tecnologie che stato facendo cose interessanti in Borsa.