Ultimo giorno per pagare la prima tranche dell’Imu

casa-mutui-affitti

Scade oggi il termine per pagare la 1ª rata della tassa più odiata e odiosa del Belpaese: l’Imu. Come ormai tutti sanno si tratta della nuova imposta unica sugli immobili che sostituisce la vecchia Ici, abolita dall’ultimo Governo Berlusconi ripristinando la tassazione sulla 1ª casa.
Un versamento che riguarda 17,5 milioni di italiani e l’incasso stimato per l’acconto ammonta a circa 10 miliardi di euro: 3,4 dalla 1ª casa e 5,9 dalle seconde abitazioni. In totale sono attesi 21 miliardi di euro di gettito per quest’anno di cui 9 andranno allo Stato e 12 ai Comuni. Rispetto alla vecchia Ici si stima che le famiglie pagheranno 6,2 miliardi di euro in più.
C’è tempo fino a questa sera a mezzanotte per pagare l’acconto ed è scattata ormai da giorni la corsa agli sportelli di banche e poste, mentre i Caf per la compilazione del modello F24 sono stati letteralmente presi d’assalto tanto che molte sedi sono state costrette a rimanere aperte anche sabato.
E domani le file dei ritardatari si danno per scontate. La Lega ha chiesto una proroga per il pagamento e si pensa che fino al 40 per cento dei proprietari di immobili potrebbe decidere di non versare entro lunedì la 1ª rata e di questi il 15 per cento potrebbe addirittura pagare il saldo finale solo a dicembre.
Per la 1ª casa si può decidere di pagare in 2 o 3 rate mentre sulle seconde abitazioni sono solo 2 le tranche. Per chi paga in 3 rate la prossima scadenza sarà il 17 settembre e la 3ª il 17 dicembre. Le sanzioni per chi non paga l’Imu alla scadenza prevista possono arrivare anche al 30 per cento dell’importo.