Usa: la disoccupazione scende sotto il 9%

Usa-Flag

Le buone notizie provenienti dal mercato del lavoro americano evidenziano una certa ripresa economica statunitense.

Segno evidente che il miglioramento dell’attività economica inizia a vedersi anche in termini di occupazione. Il ritmo di crescita, però, è ancora lento e ci vorrà tempo prima di vedere una stabilizzazione.

Il tasso di disoccupazione negli Usa è tornato a sorpresa sotto la soglia del 9%, passando a febbraio all’8,9% dal 9,1% di gennaio. È il livello più basso da quasi due anni, da aprile 2009.

Un dato ben al di sopra delle più rosee previsioni, che ha sorpreso positivamente anche molti addetti ai lavori.

I nuovi posti di lavoro sono stati 192.000. Un aumento così importante non si vedeva da maggio scorso, quando però il dato era stato in parte falsato dalle assunzioni temporanee fatte dal governo per il Census Bureau in occasione del censimento.

E’ il settore privato il vero traino. Basta pensare che i nuovi occupati nel privato sono stati 222.000, mentre nell’impiego pubblico sono state cancellate 30.000 posizioni.