Vinitaly Verona 2011: un brindisi all’eccellenza italiana

vinitaly

Franco Manzato, assessore Agricolura Regione Veneto, ha aperto ieri a Vinitaly la conferenza di Agea sulla promozione dei vini del Veneto all’estero. Manzato ha parlato di forme innovative di intervento nei mercati esteri, come l’obiettivo da raggiungere per le nostre aziende

Conquistare i Paesi emergenti, come Brasile, Russia, India e, soprattutto, Cina, come sistema italiano di aziende, invece che come imprese singole. Per farlo si potrebbero utilizzare i fondi dell’Organizzazione Comune di Mercato del vino, resi disponibili dall’Unione Europea.

Questo, secondo l’assessore Manzato, rappresenta l’unico modo per proporsi come sistema forte e compatto in aree economiche poco preparate alla penetrazione delle nostre produzioni enologiche.

L’Italia ha a disposizione ben 3,5 milioni di euro solo per il 2009 – 2010, quota che raggiungerà i 4,8 milioni nel biennio 2010 – 2011. Tali risorse aumenteranno in maniera esponenziale negli anni successivi. Una prova in più del fatto che puntare sul vino nostrano, conviene.

A Vinitaly, ieri, era presente anche la Regione Lazio, con il governatore Renata Polverini. La Polverini ha detto che la sua presenza testimonia la vicinanza della Regione Lazio al mondo del vino, considerando che l’enogastronomia è, senza alcun dubbio, una buona calamita per attrarre turisti su tutto il territorio regionale.