Wall Street: nonostante i dati positivi sull’occupazione, la borsa chiude in ribasso. Bene Tokyo, l’indice Nikkei in rialzo dell’1,02%

Chiusura negativa ieri per Wall Street. Dopo i dati incoraggianti e positivi relativi al calo della disoccupazione, la chiusura in ribasso della borsa di New York dimostra la pressione dei prezzi del petrolio al rialzo, che non cessa di preoccupare i mercati.

Dando uno sguardo agli indici, il Dow Jones ha chiuso a 12169.88 -0,72%, mentre il Nasdaq, l’indice dei tecnologici, è sceso a 2784.67 -0,50%. L’indice S&P 500, invece, ha concluso la seduta a 1321.15 -0,74%.

Sui mercati valutari il cambio Eur Usd sfinda quota 1.39838, segnando lo +0,13%.

Chi ha tratto beneficio dai dati positivi relativi all’occupazione statunitense è la borsa di Tokyo, che ha chiuso in rialzo per la seconda seduta consecutiva spinta proprio dai guadagni iniziali di Wall Street sulle attese di forti dati sull’occupazione mensile Usa di oggi e sulla debolezza dello yen.

Il Nikkei ha chiuso la seduta con un rialzo dell’1,02% a 10.693,66 punti, mentre Topix ha guadagnato lo 0,73% portandosi a quota 955,59.