World Wealth Report 2010: l’anno dei ricchi

ricchezza

Secondo l’ultima edizione del World Wealth Report, rapporto annuale sulla ricchezza del mondo, il 2009 è stato un anno di ripresa (per i ricchi) che ha quasi colmato le perdite subite nel 2008.

Come è stato illustrato dalla 14esima edizione del World Wealth Report gli HNWI, ovvero coloro che hanno un patrimonio netto pari o superiore al milione di dollari, hanno avuto una ottima ripresa.

I loro patrimoni sono infatti aumentati ed hanno raggiunto i 39 mila miliardi di dollari, in trend positivo del 18.9%. Una ripresa significativa dunque, che ha permesso di recuperare quasi per intero le perdite subite nel 2008.

Grande parte del merito della ripresa della ricchezza è da attribuire senza dubbio ai mercati emergenti come India, Cina e Brasile, che si candidano ad avere un ruolo fondamentale anche per l’immediato futuro.

Dando uno sguardo più approfondito, si è notato un ritorno ai mercato per gli HNWI con un obiettivo preciso, ovvero “rendimenti si, ma all’insegna della prudenza”. Gli HNWI hanno orientato i propri investimenti verso una maggiore diversificazione a livello geografico, che ha portato all’aumento dell’allocazione sui mercati emergenti.

Vi è la previsione che entro il 2011 i ricchi del pianeta possano ridurre gli investimenti nei mercati domestici per rivolgere maggiore attenzione verso quelli emergenti, che dovrebbero garantire prospettive più rosee.