XIII Settimana della Cultura, una panacea per il mercato

XIII Settimana della Cultura

Comincia oggi e si concluderà domenica prossima 17 aprile 2011 la XIII Settimana della Cultura, evento promosso dal 1998 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ogni anno apre le porte a monumenti, musei, biblioteche e aree archeologiche, e dà il via ad una serie di manifestazioni straordinarie come concerti, visite guidate e molto altro.

Una settimana che incide molto e rivalorizza il settore della cultura, che ogni anno produce un giro di affari di 40 miliardi di euro, pari al 2.6% sul Pil, questi senza considerare gli introiti del mercato del turismo culturale e delle decine di migliaia di spettacoli a carattere culturali che vengono trasmessi anche in tv.

Proprio nel 2011, nei primi mesi dell’anno (lo scenario come leggerete tra poco è cambiato), c’è stato un taglio del –40% delle risorse statali dedicate al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS), le sostanziali conseguenze sono state la perdita di oltre 100.000 posti di lavoro annunciata da qui ai prossimi anni e un carico sui costi che gli spettatori dovranno affrontar per i loro consumi nel settore della cultura.

Ma pochi giorni fa, lo scorso 23 marzo 2011, il Consiglio dei Ministri ha reintegrato 149 milioni di euro varando una norma straordinaria che ha anche abolito il rincaro dei biglietti del cinema, limitando le penalizzazioni finanziarie al settore della cultura e dello spettacolo. Una notizia a dir poco entusiasmante che ha avuto il suo naturale prosieguo in questa XIII Settimana della Cultura , durante la quale il nostro patrimonio potrà essere meglio conosciuto, e per molti altri riappropriato, anche a titolo gratuito. Sul sito Internet del Ministero dei Beni Culturali si legge di come 2.500 iniziative prenderanno vita durante questi giorni, ed alcuni interessanti progetti andranno ad affiancarle, uno di questi è Benvenuti Al Museo che coinvolgerà circa 750 studenti delle scuole superiori per farli collaborare con le attività educative, di approfondimento e di accoglienza nei Musei italiani.