Yara Gambirasio ultime notizie: continua il placement fotografico sui mass media

Yara Gambirasio, un nome, una storia. Triste, tristissima, senza scampo.

 

E’ notizia di pochi giorni fa, quella che vuole la famiglia della piccola ragazza uccisa lo scorso 26 novembre, piuttosto allarmata e indignata, a seguito della pubblicazione di foto e video che ritraggono Yara nel suo mondo quotidiano: durante cioè, le gare di ginnastica ritmica di cui la piccola era specialista.

 

Panorama ha in particolare pubblicato un video di Yara, trafugandone attimi di vita che non potranno mai più tornare e ripristinando ancora una volta l’annoso dibattito della violazione del dolore altrui, mascherato da una morbosità per la morte e i delitti, tipici dell’essere umano.

 

E ancora fotografie, nonostante l’avvertimento dei genitori di Yara che avevano prontamente cancellato ogni sorta di permesso per la loro pubblicazione.
Ciò nonostante le foto e i video sono stati diffusi, anche da quel buontempone di Bruno Vespa durante una puntata di Porta a Porta.

 

Da quel momento in poi la famiglia di Yara Gambirasio si è chiusa a riccio, diffidando chiunque dalla diffusione di immagini ritraenti la loro piccola bambina, a cui ancora non è stato concesso un funerale reale.

 

La riflessione è che se anche un episodio di cronaca nera come questo diventa occasione di business, il nostro amato Paese, significa sia arrivati davvero alla frutta….