Zulutrade: come scegliersi il Fornitore di Segnali

Zulutrade, già conosciuto ai più, è un sito web che si pone a metà strada fra una piattaforma di gestione patrimoniale ed un fornitore di segnale. Benché l’idea di fondo sia davvero notevole, non sempre permette di ottenere i risultati che promette.

Per accedere a Zulutrade basta infatti avere attivo un account forex, anche in demo. Ciò che questo sito permette di fare è mettere in contatto chi pensa di essere un bravo trader e vuole provare a gestire patrimoni degli altri, con chi è affascinato dal mondo del trading ma non ha il tempo o l’esperienza necessarie. Gli utenti del primo tipo sono detti Fornitori di Segnali e vengono selezionati da una lista dove si collocano a seconda della loro performance in pips: chiaramente, quindi, la scelta del Fornitore diventa cruciale e può determinare guadagni e perdite.

Molti Fornitori di Segnali presentano performance spaventose. E c’è un motivo: chiudono subito le posizioni in guadagno e tengono aperte le posizioni in perdita, così nel loro registro vengono conteggiati solo i gains. Bisogna assolutamente diffidare di questi trader e c’è un metodo semplice per smascherarli: basta guardare sulle loro statistiche il tempo medio di durata dei loro trade, che sarà logicamente alto per i Fornitori dopati. Zulutrade è solito tenersi questi trader come “specchietti per le allodole”, così l’utente più attento sceglie di solito il proprio collaboratore con attenzione, evitando di selezionarlo dalle primissime posizioni.