Borse: seduta tranquilla dopo il “rally” di ieri, spread in salita

Seduta quieta per le principali borse del Vecchio Continente dopo il rally di ieri: Piazza Affari cede lo 0,4 per cento, dopo un avvio in altalena, Londra guadagna lo 0,4 per cento, Parigi perde lo 0,2 per cento come Francoforte. Gli investitori hanno quindi scontato le previsioni della Federal Reserve che ha lasciato invariati i tassi d’interesse, migliorando però le aspettative sulla crescita del Prodotto interno lordo statunitense.
Non ha avuto reazioni l’asta del Bot semestrale italiano che ha collocato 8,5 miliardi di euro con tassi all’1,772 per cento in crescita dello 0,653 per cento rispetto all’asta precedente: i massimi da gennaio ma comunque al di sotto le attese pessimistiche che prevedevano un rendimento fra l’1,7 e l’1,9 per cento.
Le richieste sono state pari a 14,5 miliardi di euro contro un’offerta di 8,5 miliardi di euro completamente collocata e con un rapporto di 1,71 contro l’1,5 dell’asta di un mese fa. Lo spread è in lieve rialzo a quota 392 punti base con il Btp decennale scambiato a 5,607 per cento.
Pesano però i dati negativi sulla fiducia imprese manifatturiere: questo mese è scesa ai minimi dall’ottobre del 2009 e il portafoglio ordini garantisce produzione solo per tre mesi. Cala anche l’indice della fiducia economica nell’Eurozona, mentre resta stabile nell’UE. L’indicatore Esi (misura la fiducia dei consumatori e del business sullo stato dell’economia) è calato di 1,7 punti a 92,8 punti nell’area euro annullando i rialzi del primo trimestre e riportandosi sui valori di dicembre 2011. Nel Belpaese si registra il calo più consistente: -5,7 punti a 83,1. Attesi anche per i dati sulle richieste di sussidio alla disoccupazione negli States: ci si attende un nuovo calo…

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica