Ici ed evasione fiscale: «Siamo pronti a rivedere gli estimi catastali»

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera ha detto (nel corso della trasmissione “La telefonata di Belpietro” trasmessa da Canale 5) che l’Agenzia delle Entrate è pronta a rivedere gli estimi catastali, anche se la decisione, così come il ripristino dell’Ici o la eventuale tassa patrimoniale, spetta al governo, ma non esistono dei problemi tecnici al riguardo.
«I nostri data base – ha sottolineato Befera – sono aggiornati e ricchi. Nella banca dati abbiamo tutto, e con l’ultima manovra anche l’analisi dei vari movimenti finanziari».
Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha ricordato che lo sorso anno sono stati 10 i miliardi di euro recuperati dalla lotta all’evasione e che si stima saranno 11 nel 2011: «Da quando siamo partiti nel 2007, da quando sono arrivat, siamo passati da 6,5 miliardi di euro recuperati e in 3 anni abbiamo ripreso 35 miliardi di euro. Se poi calcoliamo anche quello che abbiamo recuperato per soglie fatte per le compensazione siamo a oltre 40 miliardi di euro. Il vero problema è di natura politica e culturale. Da tutti in Italia la lotta all’evasione fiscale viene riconosciuta come grande male ma in realtà si riferiscono sempre a quella degli altri, non alla propria…
«Il valore del “sommerso” nel Belpaese ammonta a 120 miliardi di euro ma grazie a un buon utilizzo delle varie banche dati si può agire in modo assai più incisivo. Basterebbe usare, per esempio, il redditometro che confronta i movimenti e le spese fatte fatti con il reddito dichiarato».
Il direttore si è detto favorevole alla riduzione del tetto di circolazione del contante, ma non si  è sbilanciato su una eventuale soglia fissata a  300 euro.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica