Spa: le telecom europee contro Google e Apple

Le telecom mobili del Vecchio Continente ripartono all’offensiva verso le Internet company, Apple e Google su tutte, per riaprire la partita su un modello di business sta dando grandi ricavi e utili mentre i margini delle compagnie telefoniche sono in discesa.
E’ la linea che emerge dagli incontri del World-Mobile Forum, in corso a Barcellona
«L’Arpu degli operatori mobili europei – ha detto il presidente di Telecom Italia, Franco Bernabè, parlando al termine di un incontro operativo della Gsma Association di cui è in questa fase il presidente – ossia la media dei ricavi mensili che ogni singolo utente genera sul conto economico delle telecom, è sceso dai 26 euro del 2006 ai 20 dello scorso anno per la competizione sulle tariffe. Questo deve spingere gli operatori europei a rivedere i termini di un modello di business che vede oggi la voce generare l’80 per cento dei ricavi ma solo il 20 per cento del traffico».
Insomma con questa struttura dei costi il traffico voce degli utenti finanzia il traffico dati, che rende appena il 20 per cento dei ricavi ma occupa l’80 per cento della rete.
Due le linee per un cambiamento. Riscrittura delle regole che oggi prmettono alle Internet company di offrire servizi, software e applicazioni sulle reti mobili senza partecipare al loro sviluppo o alla manutenzione. Poi dei cambiamenti di sistema: gli smartphone, per esempio, occupano la rete con segnali di semplice dialogo con l’infrastruttura e di segnalazione di presenza. E questo da solo può causare forti disservizi.
Saranno i temi toccati a fine 2012 a Dubai, nell’assemblea generale dell’Itu. L’Itu è un po’ il Fondo Monetario delle tlc e quindi l’obiettivo è di costringere Apple e Google ad abbandonare la rendita di posizione di cui hanno finora goduto.
Ma l’offensiva si rivolge anche ai cellulari. Ha detto Bernabè: «Gli operatori puntano su due tecnoloogie: le Rcs, Reach Communication Suitel’Nfc, e la Near Field Communication. Sono le due tecnologie che guideranno le strategie dell’industria del mobile nei prossimi anni. Su entrambe la Gsm Association ha deciso di avviare la creazione di due standard con l’obiettivo di replicare il successo planetario dello standard europeo Gsm».

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica