Spa: profondo rosso per Telecom Italia Media

Profondo rosso per Telecom Italia Media che paga le pesanti svalutazioni di Tim Broadcasting e Mtv e e decide di rinviare l’esame del piano industriale al 2014.
Si legge in una nota : “Il cda di Ti Media ha approvato gli obiettivi di budget per l’anno 2012 riservandosi di esaminare in successiva riunione i target 2013 e 2014 in corso di approfondimento di concerto con l’azionista di controllo”.
Il gruppo guidato da Giovanni Stella ha quindi chiuso l’esercizio dello scorso anno con perdite per 83 milioni di euro, in crescita rispetto ai 54,4 milioni di euro di un anno fa. A pesare sull’ultima riga di bilancio sono le svalutazioni per complessivi 56,7 milioni  di euro relativi a Mtv e all’operatore di rete Timb. Telecom ha registrato anche un calo dei ricavi di circa 22 milioni di euro (in discesa di 11 milioni di euro l’ebitda) a causa del fallimento di Dahlia Tv, che era il maggiore  affittuario della banda. Il calo del fatturato a 238 milioni di euro era già stato annunciato a fine febbraio.
Per La7, per quanto concerne la raccolta pubblicitaria del primo trimestre di quest’anno, il gruppo “conferma sostanzialmente il buon andamento dello scorso”.
Dopo il +32 per cento dello scorso anno, Stella si attende per La7: “un incremento nel 2012 del 15 per cento della raccolta pubblicitaria. Faremo di tutto per ottenere questi risultati”. Credo che l’audience de La7 aumenterà (oggi al 3,9 per cento con un obiettivo oltre il 4,2 per cento per quest’anno)”.
Ti Media prevede anche un “ridimensionamento dei ricavi del canale principale di Mtv con necessità di ristrutturare il canale di proseguire nel percorso di efficientamento dei costi”.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica